Pagine

lunedì 15 maggio 2017

SUICIDIO "INDOTTO" DI STATO - ATTRAVERSO LA MANIPOLAZIONE DELLA RISONANZA SENSORIALE

-----------------------------------------------------------------------------------------
Anche i ricercatori Americani confermano e convalidano le ricerche del ricercatore indipendente Emiliano Babilonia cavia umana consapevole dal 10/02/2001 con video testimonianza che trovate sul web e sulla radio di Emiliano Babilonia speaker

Emiliano Babilonia - RADIO WEB  

arma psicotronica test neurale mk ultra e monarch = lettura del pensiero
Controllo mentale - Mk ultra - Telepatia - Sincronici - Animoidi - Haarp - satelliti spia
Angeli Custodi mk ultra - canale di youtube
Emiliano Babilonia - youtube - video testimonianza del vittime

Da molto tempo il ricercatore Emiliano Babilonia sotto armi ad energia diretta satellitare che manipolano le frequenze neurali attraverso un elettroencefalografo trans-cranico satellitare che manipola le frequenze dei centri nervosi centrali per creare una anomala depressione che porta la nostra mente al pensiero indotto di voler morire .
Il ricercatore Emiliano Babilonia dopo moltissimi test fatti con il suo EEG e con il suo analizzatore di frequenze denuncia tutto alla procura per aiutare i Magistrati e le vittime del controllo mentale che vengono sottoposte alle manipolazioni indotte dal sistema radio satellitare occulto .

L’attività di Signals Intelligence (SIGINT) dell’NSA controlla le onde cerebrali via satellite, decodifica potenziali evocati del cervello a 3,5 Hz, 5,0 milliwatt, e poi li trasmette a un computer con circuito integrato ad altissima velocità (VHSIC) per “conversazioni forzate”. Per la “clonazione EEG”, viene innanzitutto monitorato il campo elettromagnetico del bersaglio che poi è decodificato via software, dopodiché i modelli emotivi vengono reimmessi nel cervello del bersaglio o in un altro cervello.
Nel suo blog “Citizen Smith” il ricercatore Paul Baird ha descritto il processo in questo modo:
“Il pensiero umano funziona a 5.000 bit/sec, ma i satelliti e varie forme di biotelemetria possono trasmettere questi pensieri ai supercomputer nel Maryland (USA), in Israele, eccetera, che hanno una velocità di 20 miliardi di bit/sec. Questi, già oggi, controllano milioni di persone simultaneamente. Un giorno finiranno per monitorare praticamente chiunque... peggio di qualsiasi incubo da ‘Grande Fratello’ di orwelliana memoria si possa immaginare, e sarebbe la realtà. Eppure i nostri leader mondiali, che lo sanno, non fanno niente.
“... In genere i bersagli si accorgono che le loro onde cerebrali sono sotto controllo per via del feedback acustico del neurofono. In altre parole, il computer manda un ritorno (eco) del pensiero e poi i controllori umani commentano o rispondono verbalmente.
“Entrambe le operazioni sono facilitate dal neurofono.
“Mentre i commenti umani/dal vivo sono individualistici e non correlati ai processi di pensiero della vittima, spesso l’intelligenza artificiale coinvolta ripete a pappagallo delle espressioni standard. Queste vengono innescate dai pensieri del soggetto mentre i controllori umani restano in silenzio o sono assenti. Per rendervi conto di quanto possa essere terribile una simile invasione della privacy, immaginate di essere interrogati sul vostro passato mentre siete sdraiati a letto. Alla fine vi addormentate, e fate dei sogni personali o ‘indotti’, solo per poi svegliarvi ascoltando i commenti e le prese in giro del controllore riguardo ai vostri pensieri subconsci (sogni).”

Nelle case e negli uffici di tutta la nazione, scanner di onde millimetriche penetrano attraverso le pareti alla ricerca di cervelli target in cui le trasmittenti di microonde possano colpire potenziali di eccitazione che inducono umori specifici. Le altre persone nella stanza non si accorgeranno che un potenziale di eccitazione per il suicidio o l’omicidio sta impostando il cervello del loro amico o parente sulla depressione o sulla rabbia (questa tecnologia potrebbe essere la vera causa dei “suicidi” dell’attivista politico Abbie Hoffman, del cantante Kurt Cobain, del giornalista Gary Webb, eccetera). Lo scienziato britannico Tim Rifat ha dato questa spiegazione:
“... I direttori dei servizi segreti ora sono al settimo cielo; se qualcuno diventa un problema, gli parcheggiano fuori di casa il ‘team di controllo mentale per i suicidi’. Dopo qualche settimana, la vittima si uccide da sola...
“Nel caso che i servizi segreti militari non vogliano che ti suicidi, possono sempre farti impazzire. Possono farlo indirizzando al tuo cervello il potenziale di eccitazione di un particolare stato mentale patologico mentre sei a casa tua. Per aiutarsi, gli operativi dei servizi segreti possono inserire suoni e parole nel cervello della vittima. Questo udito inter-cerebrale è usato per portare la vittima alla follia, perché nessun altro può sentire le voci trasmesse nel cervello target. La trasmissione di dati uditivi direttamente nel cervello della vittima usando fasci vettori di microonde oggi è una pratica comune.”
Non serve una laurea per rendersi conto che il controllo via satellite e le tecnologie over-the-horizon non riguardano solo i “terroristi”. Torture e interrogatori a distanza, ricordi innescati da domande al neurofono, analizzatori di onde cerebrali che inducono “conversazioni forzate” e programmazione cerebrale possono trasformare in campi di concentramento elettronici le nostre case e luoghi di lavoro. È uno stupro mentale e un furto di proprietà intellettuale direttamente dalla nostra testa. Pensare agli usi silenziosi, invisibili, indimostrabili che si possono fare di queste armi fa girare la testa.
Quando Michael Dukakis ebbe la sfortuna di scontrarsi con l’ex direttore della CIA George H. W. Bush alle elezioni presidenziali del 1988, sua moglie Kitty fu portata sull’orlo del suicidio... eppure come si poteva dimostrare che la causa fosse un attacco elettromagnetico? I pensieri e le emozioni di milioni di bersagli vengono raccolti e archiviati su computer per migliaia di usi nefandi mentre gli operatori, le ultime ruote del carro, continuano a monitorare e molestare chiunque sia nelle mire dei loro capi.
Il Quarto Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti si riferisce anche alle perquisizioni irragionevoli e al sequestro della mente? I tentativi di arginare l’uso illegale delle armi “non letali” finora sono falliti o sono stati inefficaci:
• Il senatore John Glenn, che ben conosce la verità di questa tecnologia, ha presentato nel 1997 un disegno di legge chiamato Human Research Subjects Protection Act, che è stato bocciato.
• Il 28 gennaio 1999, il Parlamento Europeo ha fatto passare la Risoluzione A4-0005/1999. La bozza della risoluzione trattava esplicitamente delle armi EMR, ma il testo della sezione 27 della risoluzione finale recitava “un divieto globale allo sviluppo e schieramento di armi che potrebbero consentire qualsiasi forma di manipolazione degli esseri umani”.
• Nel 2001 è stato presentato al Congresso lo US Space Preservation Act, HR2977, per vietare tutte le armi a energia diretta (DEW). Dopo essere stata riscritta più volte, la legge è stata bocciata.
• Nel 2002, l’Istituto delle Nazioni Unite per la ricerca sul disarmo ha identificato formalmente una nuova categoria di armi di distruzione di massa: controllo psicotronico della mente e altre armi a risonanza elettromagnetica.
Per quanto io sappia, le uniche leggi che condannano l’uso delle armi elettromagnetiche contro i cittadini sono i Public Acts 256 e 257 del Michigan, firmati dal governatore canadese di nascita Jennifer Granholm il 28 dicembre 2003. (19) La pena, in base all’Act 257, va da 15 anni all’ergastolo... ma veramente in Michigan i colpevoli vengono perseguiti?
------------------------------------------------------------------------------------------- FONTI:
Autrice Elana Freeland
Olympia, Washington (USA)
I dati storici di questo saggio (qui in estratto dell'originale) provengono da testimonianze della CIA deposte il 21 settembre 1977 davanti alla Sottocommissione per la ricerca medica e scientifica, insieme a materiali non riservati richiesti in base all’atto sulla libertà d’informazione.

vittimedelcontrolloneurale@gmail.com 

1 commento:

  1. E' quanto sta accadendo a me Galassi Vania Via Volturno 21 -Pisa. Da anni sotto controllo occulto dopo una causa di servizio archiviata e una vicenda manipolata. Mentre sto scrivendo stanno controllando il mio cervello e non è possibile per me.pur essendo una scrittrice, proseguire. Ho subito infortuni su lavoro. Sono invalida, resa quasi non autosufficiente da trattamenti di contenzione e elettroshock e con nanotecnologie occulte. Ho subito interventi chirurgici occulti che hanno minato ancora la mia salute con interventi che hanno stravolto il mio assetto temporo mandibolare e neurovegetativo, Hanno rivolto contro di me per accordi occulti quanto ho vissuto e che risulta completamente equivocato e stravolto. E' solo una piccola sintesi di una storia che ha radici antiche e che ha distrutto la mia vita e quella della mia famiglia . Questa piccola sintesi è una delle poche possibilità che ho per testimoniare e un appello affinché questi abusi che si stanno estendendo e che sono un pericoloso metodo di eliminazione di verità scomode possa trovare voce.

    RispondiElimina