Pagine

mercoledì 20 giugno 2018

Pier Paolo Zaccai, ex consigliere provinciale di Roma sottoposto al prog...

Lavaggio del cervello con armi radio satellitari : The Secret CIA Experiments in Canada ora anche nella nazione Italiana i servizi segreti deviati sperimentano le armi satellitari per il controllo mentale

Lavaggio del cervello con armi radio satellitari : The Secret CIA Experiments in Canada ora anche nella nazione Italiana i servizi segreti deviati sperimentano le armi satellitari per il controllo mentale  - 

Ricerche di Emiliano Babilonia 





Sembrava un brutto film horror di Hollywood. 

Preoccupato per il lavaggio del cervello dei soldati statunitensi che erano stati prigionieri di guerra coreani, la CIA ha finanziato esperimenti di controllo mentale in tutto il Nord America. Si sono rivolti al dottor Ewen Cameron e al famoso Allen Memorial Institute di Montreal.


Negli anni '50 e '60, i pazienti impegnati in ospedale per qualcosa di così semplice come la depressione post-partum sono stati sottoposti a sonno chimicamente indotto per settimane e cicli continui di elettroshock. Molti sono emersi rotti e distrutti, i loro ricordi cancellati e le menti permanentemente danneggiate. 

La quinta proprietà ha indagato per la prima volta su questa storia nel 1980. E per due decenni, abbiamo continuato a scrivere la storia ... seguendo le vittime che hanno citato con successo la CIA. E chiedendo perché il governo canadese era così riluttante ad ammettere la propria responsabilità. Mai il governo federale si è scusato per aver finanziato quegli esperimenti. 

Ora come risultato della nostra segnalazione, sempre più vittime e le loro famiglie si stanno facendo avanti.

Si stima che 90 pazienti siano stati infine risarciti, ma centinaia di altri che hanno tentato di ottenere un risarcimento sono stati respinti perché l'Ottawa ha affermato di non essere stati sufficientemente "de-modellati" o di non avere i documenti necessari per garantire un risarcimento. Documenti appena rinvenuti rivelano come Ottawa abbia conservato i documenti segreti, i documenti vitali fuori posto e le vittime costrette a mantenere riservati gli accordi di risarcimento. 

Questa settimana su The fifth estate: gli esperimenti segreti di lavaggio del cervello in Canada e la continua battaglia per ottenere la verità.
Le autorità del governo Trudeau ordinano che nel caso di lavaggio del cervello la CIA muti le vittime, dice l'avvocato
A quarant'anni dalle rivelazioni secondo cui la CIA ha finanziato esperimenti di lavaggio del cervello su canadesi ignari, il governo Trudeau continua a placare le vittime, dice un avvocato per una delle famiglie.
Un recente ordine del Dipartimento di Giustizia in un accordo extragiudiziale è stato progettato per evitare la responsabilità e impedire compensi a più vittime e alle loro famiglie, ha detto Alan Stein, che ha rappresentato numerosi sopravvissuti che erano una volta pazienti all'Allan Memorial Institute di Montreal .
Stein ha riferito a CBC News che i successivi governi federali hanno richiesto accordi di riservatezza in almeno cinque dei casi che si è risolto negli ultimi decenni.
"Se non fossero stati confidenziali e gli insediamenti avessero avuto la pubblicità che avrebbero dovuto avere, molte delle vittime si sarebbero fatte avanti e sarebbero andate in tribunale", ha detto.
Il tranquillo provvedimento di non divulgazione del governo Trudeau nel marzo 2017 alla figlia di una vittima ormai defunta è solo l'ultimo sviluppo di uno scandalo vecchio di decenni che ha visto la CIA e il governo canadese finanziare brutali esperimenti scientifici su pazienti ignari.
"Non vogliono avere a che fare con più applicazioni", ha detto Stein riguardo al requisito del governo che i dettagli della transazione siano tenuti riservati e fuori dagli occhi del pubblico.
Se hai informazioni o suggerimenti su questo argomento, invia un'email a
vittimedelcontrolloneurale@gmail.com 
La cliente di Stein, Alison Steel, figlia della vittima Jean Steel, ritiene inoltre che la clausola di riservatezza imposta dal Dipartimento di Giustizia limita la possibilità che le future vittime possano farsi avanti.
"Perché altrimenti lo farebbero?" lei disse. "Mi ha fatto innervosire ... persino parlare con qualsiasi media".
Rivelazioni di torture mentali su centinaia di pazienti canadesi sono emerse per la prima volta alla fine degli anni '70 e sono state successivamente oggetto di quattro documentari della Quinta Estate che esponevano il ruolo della CIA e del governo federale nel finanziare esperimenti di lavaggio del cervello durante la Guerra Fredda.
Al centro della controversia c'era la dottoressa Ewen Cameron, una rispettata psichiatra e prima direttrice dell'Allan Memorial Institute, la struttura psichiatrica della McGill University, dove gli esperimenti di lavaggio del cervello si sono svolti dal 1950 al 1965.
Cameron, che è stato anche co-fondatore della World Psychiatric Association, ha condotto esperimenti chiamati "guida psichica" e "depatterning" che hanno tentato di cancellare i ricordi di un paziente e riprogrammarli con nuovi pensieri.
Il governo federale ha fornito a Cameron più di $ 500.000 tra il 1950 e il 1965 - $ 4 milioni in dollari di oggi - insieme a una minore quantità di finanziamenti dalla Central Intelligence Agency degli Stati Uniti, usando un'organizzazione di facciata chiamata Society for the Investigation of Human Ecology.
Ad oggi, né la CIA né il governo canadese si sono scusati per il suo ruolo negli esperimenti.
"Il governo canadese dovrebbe riconoscere la propria responsabilità legale, che non ha mai fatto", ha detto Stein a Bob McKeown di The Fifth Estate.
Fu solo dopo che la giornalista investigativa della CBC News Elizabeth Thompson scoprì un indizio riguardo all'insediamento di questo autunno che il nome del cliente di Stein fu alla fine rivelato.
Il ministro della Giustizia federale Jody Wilson-Raybould ha rifiutato una richiesta di intervista dopo che un portavoce ha citato problemi di programmazione e preoccupazioni riguardo alle "clausole di non divulgazione" imposte dal Dipartimento di Giustizia.

Siamo tutti cavie ( Haarp,scie chimiche,mk ultra,controllo mentale,rfid ) FACEBOOK

Mentre Stein non può parlare dei dettagli dietro l'accordo per Steel, arriva anni dopo numerosi tentativi da parte del padre di Steel di ottenere un risarcimento per la sofferenza inutile di sua moglie Jean.
Negli anni '90, il governo federale respinse la sua richiesta, adducendo la mancanza di prove che Jean Steel fosse stato danneggiato abbastanza da raggiungere uno "stato infantile" - una condizione di un piano di pagamento del governo federale.
Solo di recente Alison Steel ha ricevuto cartelle cliniche per sua madre attraverso una richiesta di accesso alle informazioni al Dipartimento di Giustizia che ha fornito prove dettagliate che poteva utilizzare per presentare un reclamo.
Il governo federale ha ostacolato la causa collettiva
I documenti mostrano che la madre di Steel era una delle centinaia di cavie umane negli esperimenti estremi di Cameron.
Nel febbraio del 1957, Jean Steel arrivò all'Allan Memorial Institute con un grave caso di depressione postpartum. Era dentro e fuori dall'ospedale psichiatrico per più di tre anni.
L'acciaio ei pazienti ricevettero l'LSD e altri farmaci sperimentali, sottoposti a trattamenti intensivi di shock e inseriti in coma indotte da farmaci in cui dormivano per settimane alla volta.
Sono stati costretti ad ascoltare i messaggi registrati in loop per ore e persino mentre dormivano.
Alison Steel ha detto che suo padre le ha detto che "una volta, quando ha provato a riprendere [Jean], ha provato a saltare fuori dalla macchina." È così che non voleva andare. "
Nessuno dei pazienti ha fornito il consenso o sapeva di essere stato utilizzato per la CIA di Cameron e per la ricerca finanziata a livello federale. Invece, è stato loro detto erroneamente che i loro trattamenti erano necessari dal punto di vista medico e per il loro stesso benessere.
All'inizio degli anni '90, il governo federale ha fornito risarcimento a 77 vittime, ma ha rifiutato più di 250 perché non erano sufficientemente torturate, applicate troppo tardi o perché non potevano produrre documentazione medica.
Da allora Stein ha rappresentato i sopravvissuti individuali, in alcuni casi argomentando con successo contro il rifiuto iniziale da parte del governo delle affermazioni.
Un caso di successo che coinvolse la sopravvissuta Janine Huard nel 2004 arrivò con una dura pillola da inghiottire: per risolvere la sua causa, Stein fu costretto a rinunciare a una causa legale collettiva.
Huard fu tra le nove vittime a ricevere un risarcimento dalla CIA nel 1988, ma fu respinta in una richiesta al governo canadese. Ha assunto Stein per lottare per una revisione di quella decisione e aveva anche voluto essere autorizzato a istituire un'azione collettiva a suo nome.

I figli dei sopravvissuti colpiti

Stein hanno detto che il governo federale è ben consapevole della maggior parte delle vittime e le loro famiglie non hanno le risorse per avviare singole azioni legali contro il governo per le torture mentali subite dalle loro famiglie.
"Il governo ha delle tasche profonde, questi individui non hanno tasche profonde", ha detto Stein.
La madre di Diane McIntosh, Helene, ha trascorso due anni dentro e fuori Allan. Ha sofferto di depressione postpartum dopo la nascita del suo secondo figlio ed era generalmente depressa perché il suo matrimonio non stava funzionando.
"Penso che sia incredibile che si diano il diritto di influenzare la vita di qualcuno in quel modo", ha detto McIntosh, che ora vive nella British Columbia.
"Devono aver saputo che quegli esperimenti estremi avrebbero avuto effetti duraturi: non hanno cambiato solo quattro anni della sua vita, hanno cambiato la sua intera vita".
McIntosh si chiede anche perché il governo non abbia risarcito tutte le persone colpite - compresi i bambini piccoli i cui genitori non sono mai stati gli stessi dopo essere stati sottoposti agli esperimenti di lavaggio del cervello.
"Penso che si possa davvero fare un buon caso: non ha senso che tu possa prendere una madre lontana dai suoi figli e rovinarle la vita e anche le altre persone non ne risentiranno".
McIntosh ha detto che non dimenticherà mai il giorno in cui, a cinque anni, è andata a trovare sua madre in ospedale.
"Quando siamo arrivati ​​lì il posto era proprio come una scena di Qualcuno volò sul nido del cuculo", ha detto. "C'erano persone che sbattevano la testa contro le pareti e ronzavano, e mia madre era seduta lì completamente drogata, e fin da piccola sapevo che non aveva ragione.

sabato 16 giugno 2018

Emiliano Babilonia - ARMI PSICOTRONICHE - Milioni di persone in tutto il mondo denunciano “torture elettroniche e stalking neurale ”

Ricerche di Emiliano Babilonia - 

ARMI PSICOTRONICHE 

Milioni di persone in tutto il mondo denunciano “torture elettroniche e stalking”



 Siamo tutti cavie ( Haarp,scie chimiche,mk ultra,controllo mentale,rfid )





Recentemente, migliaia di persone in tutto il mondo affermano di avere la stessa esperienza terrificante. Tutti riferiscono gli stessi sintomi: le voci dell’operatore nell'udito o nelle loro teste, soffrono di “torture elettroniche” e sono soggette a stalking organizzato. 
Queste persone si definiscono “individui mirati dal sistema radio satellitare nazionale”.

Menti Piatte per trasformare i target individuals

Il canale Tv di VICE (articoli, opinioni e documentari su tutto quello che succede nella vita delle persone e nel mondo) segue una comunità in crescita che afferma di essere oggetto di un programma di governo che li sta molestando e che controlla le loro menti usando una tecnologia nascosta basta su Armi ad Energia Diretta o Armi Psicotroniche.
Le Armi ad Energia diretta possono far cambiare le nostre abitudini, la nostra vita e diventare vittime del sistema di potere occulto. Molti sono coloro che da persone normali sono diventate vittime di questo sistema di Arma, persone che vengono pilotate, manipolate mentalmente a diventare anche dei potenziali terroristi con lo scopo di creare paura, terrore, si perché la paura è l’unico mezzo del sistema di potere per controllare le masse.
Coloro che utilizzano queste armi possono connettersi, interfacciarsi con noi tramite i loro computer,  con connessione ad internet, attraverso il Neural Remote Monitoring (RNM),  un software che permette di interfacciarsi con il web e poi controllare la persona “bersaglio”.
Il controllo mentale può avvenire mediante altri dispositivi psicotronici satellitari che vengono utilizzati da gruppi paramilitari (o servizi segreti deviati) che sono al servizio della potente loggia massonica della CABAL-Illuminati. Il dispositivo psicotronico utilizzato con il Neural Remote Monitoring – Monitoraggio Remoto Neurale (RNM)  si chiama “Silent Sound Spread Spectrum or SSSS or s-quad mind control signal generator“, ecco la foto di una parte di queste Armi per il controllo mentale (foto sotto).
Il Rilevamento di Onde Cerebrali a distanza avviene quindi attraverso il web o attraverso la corrente elettrica di casa.  Essere vittima di queste armi non letali ad energia diretta satellitari è molto semplice. Infatti i torturatori memorizzano a distanza (10/20 metri, anche attraverso un muro) le onde cerebrali della vittima puntando una specie di telecomando che potrebbe avere una telecamerina ad infrarossi o uno schermetto in cui indica il picco di frequenze cerebrali da memorizzare (esempio Signal Spectrum analyzer), così sono in grado di realizzare tutto quello che viene descritto in seguito.
Una volta avvenuta la memorizzazione si vedrà sul computer neurale (NRM) e altri dispositivi psicotronici satellitari abilitati, il pensiero e quello che vede la vittima e si potranno provocare moltissime cose al corpo. Con la memorizzazione delle onde cerebrali il proprio corpo è come se fosse un cellulare satellitare, in cui potrà trasmettere e ricevere dati e altre cose.. dal computer neurale satellitare in qualsiasi luogo si trovi la vittima.  

venerdì 15 giugno 2018

Emiliano Babilonia - Evento gratuito - Esplorazione del cielo ( skywatcher , foto , video , analisi tecniche e scientifiche )

Emiliano Babilonia - Evento gratuito ( Roma )
Esplorazione del cielo 
skywatcher , foto , video , analisi tecniche e scientifiche )

osservazione del cielo con analisi tecniche e scientifiche 

durante le osservazioni faremo foto e video 
che pubblicheremo in esclusiva sul web


- se volete partecipare contattatemi tramite email - 
informazionepopolareradiotvweb@gmail.com



sabato 9 giugno 2018

Raggi sonici al personale Usa arrivano anche in Cina? - ricerche di Emiliano Babilonia

Il dipartimento di Stato Usa ha pubblicato un’allerta salute per i cittadini americani in Cina, dopo un possibile attacco con raggi sonici a Guangzhou

Il dipartimento di Stato Usa ha pubblicato un’allerta salute per i cittadini americani in Cina. Ciò dopo che un impiegato governativo a Guangzhou ha riportato inusuali sensazioni di suoni e pressioni, che successivamente sono stati diagnosticati come un lieve trauma cranico e come una permanente perdita dell’udito. Lo riporta il Washington Post. A riguardo, Jinnie Lee – portavoce dell’ambasciata statunitense in Cina – ha aggiunto che tra la fine del 2017 e aprile del 2018 l’uomo ha avuto sintomi fisici inusuali. Questo è tornato in patria per effettuare analisi e il 18 maggio la sede diplomatica è stata informata sul referto. Lee ha sottolineato che il dipartimento di Stato prende l’incidente molto seriamente. Inoltre, ha aggiunto che “il governo cinese ci ha assicurato di stare conducendo un’indagine e che prenderà le misure appropriate”.

L’alert del dipartimento di Stato Usa: Se vi trovate in Cina e si manifestano strani fenomeni uditivi o sensoriali acuti accompagnati da suoni insoliti o rumori penetranti, non tentare di localizzarne la fonte. Lasciate la zona

L’alert del dipartimento di Stato sullo strano fenomeno, comunque, rimanda a una serie di episodi simili. Questi hanno coinvolto diplomatici Usa e Canadesi a Cuba, che sembra abbiano subito alcuni attacchi con una sorta di raggi sonici, tanto da riportare lesioni. Washington, infatti, consiglia che “mentre ci si trova in Cina, se si verificano strani fenomeni uditivi o sensoriali acuti accompagnati da suoni insoliti o rumori penetranti, non tentare di localizzarne la fonte”. Ma di “spostarsi in una posizione in cui non siano presenti”. per ora quello di Guangzhou sembra sia un caso isolato, ma non è escluso che nel prossimo futuro possano emergerne altri. Da parte di persone, che magari hanno considerato il fenomeno solo come una stranezza e non lo hanno associato a disturbi. Ma che ora, con le ultime novità emerse, potrebbero farsi avanti per presentare una denuncia.

L’episodio a Guangzhou presenta molte similitudini con gli attacchi con raggi sonici contro il personale Usa e canadese a Cuba. Inoltre si associa a quello con i laser a Gibuti. Contro gli Stati Uniti è in corso una guerra fantascientifica?

Peraltro, se l’episodio in Cina fosse confermato, confermerebbe che gli Usa sono al centro di una guerra globale fantascientifica. Condotta con armi che sembrano uscite da film. Non si sono solo i raggi sonici, infatti, ma anche i laser. Recentemente alcuni piloti militari americani a Gibuti sono stati colpiti da fasci di luce coerente provenienti dalla vicina base cinese nel paese africano. Non è chiaro, però, se il personale fosse l’obiettivo o se abbia subito gli effetti indirettamente. Secondo Stratfor, i laser sarebbero potuti servire per inibire i sensori sui velivoli per prevenire la possibile sorveglianza aerea delle strutture. Comunque, le autorità dell’aviazione americana hanno emesso un NOTAM (Notice to Air Men) il 14 aprile, in cui si consiglia di “usare cautela per attività laser non autorizzata” nella nazione. E si aggiunge che “ci sono stati nelle vicinanze multipli eventi che hanno coinvolto laser ad alto potenziale”.