Pagine

martedì 20 ottobre 2015

Testimonianza di Elena una donna sotto attacco e manipolazione mentale con arma ad energia diretta

Sono Elena di Firenze, sono vittima delle molestie elettroniche, gang stalking e armi ad energia diretta da tanto, nella maniera bestiale - di vedere la morte con gli occhi - dal 2007, conseguenza ad un diverbio con la vicina di origine russa che abita nell'appartamento di sopra. 
In Italia 25% casi di stalking rappresentano "stalking condominiale", ho letto nel sito della polizia. 
Segue la procedura internazionale, vado alla Polizia nel febbraio 2011, dove sparisce la mia denuncia e la chiavetta con le prove, fra un mese mi chiama una psichiatra, che cerca di costruirmi un profilo schizofrenico, o preso una sola pasticca, mi sono resa conto subito della mascherata ridicola. 
Ho saputo all'estero del mio nuovo profilo descritto dalla Polizia italiana- devo andare immediatamente dal dottore--anche questa , una procedura internazionale.

ORA IO DICO -- VERGOGNA AI MILITARI E POLIZIOTTI COINVOLTI NELLA TORTURA, SIETE DIVENTATI BESTIE, ANDATE A TRATTARVI, AVETE PERSO LA MENTE--.

Quando ho visto veicoli utilitari militari correndo dopo di me, ho detto dovrebbe essere un terrorista, sempre vicino a me, che centro io?! io sono una pensionata insegnante di matematica al liceo, in Romania. 
Mi interessa viaggiare con pochi soldi, niente altro.
I miei video sono modificati, alcuni anche dal inizio, mentre salvo il titolo, la miniatura, salvare dura ore e ore, una volta sono stata dall'undici di sera fini alle 4 di mattina, e la procedura non era ancora finita, sono in network con i perpetratori;in tutto questo tempo i video sono criptati anche. 

Sentite la diretta radio web della testimonianza di ELENA .

radio web di Emiliano Babilonia 


L'immagine è più forte della parola, il solo modo per far conoscere al mondo delle atrocità commesse in questa era è far vedere effettivamente!

Raccogliate prove: fare ogni sforzo per raccogliere la più possibile quantità di prove di molestie elettroniche!

Nessun commento:

Posta un commento