Pagine

martedì 9 settembre 2014

Fonoelettroencefalografo con rete wireless in telepatia sintetica - Neural VOIP

Fonoelettroencefalografo con rete wireless in telepatia sintetica - Neural VOIP 

telepatia primo caso


“Hello” è la prima parola trasmessa per via telepatica nella storia dell’umanità. Il messaggio è stato inviato direttamente da cervello a cervello dall’India a Strasburgo

Il 2014 verrà probabilmente ricordato nei libri di storia come il primo giorno in cui l’umanità ha utilizzato la telepatia. Solo qualche tempo fa ciò era impensabile. Oggi è realtà. Un messaggio inviato dall’India è stato trasmesso telepaticamente in un laboratorio di Strasburgo, a 7.700 chilometri di distanza. Qualcuno ha pensato “Hello” e il saluto è stato recapitato direttamente nella mente di un’altra persona dall’altra parte del mondo, che ha risposto al messaggio: per la prima volta due cervelli umani si sono salutati direttamente e consapevolmente grazie alle nuove tecnologie di interazione.
“E’ solo un umile primo tentativo di comunicazione tra cervelli”, spiega da Barcellona Giulio Ruffini, capo dell’esperimento che ha permesso di testare la nuova tecnologia che ha consentito di mettere in atto la comunicazione telepatica.
Il “pensiero” nato nella mente di un volontario in India sono stati catturati sotto forma di impulsi elettrici da un dispositivo, che li ha codificati e trasmessi via internet su un altro dispositivo che converte nuovamente quegli impulsi traducendoli in informazioni che il nostro cervello è in grado di elaborare.
Parlando al portale plosone.org, il team di scienziati ha spiegato che la creazione di un sistema di comunicazione che funziona da cervello a cervello è stata possibile grazie al recente sviluppo di interfacce cervello-computer (BCI) e computer-cervello (CBI).
Lo studio, finanziato dalla Starlab di Barcellona, ha raggiunto la trasmissione di informazioni tra due cervelli umani attraverso il cuoio capelluto senza richiedere intervento invasivi.
Gli scienziati hanno detto che il successo di questo esperimento apre nuove aree di ricerca nelle neuroscienze cognitive, sociali e cliniche, e che la telepatia sarà disponibile per tutti “in un periodo non troppo lontano”.

1 commento:

  1. Si può trasmetter una stringa qualunque come "wrong Nymphomaniac" , o una immagine (Second Life) interattiva per chi riesce a visualizzare come se fosse etere televisivo o UMTS

    RispondiElimina