Pagine

venerdì 27 giugno 2014

Controllo mentale - manciuriano ‘Profugo’ ospite del Governo accoltella passanti: ‘Sentiva le voci nella testa’ - telepatia artificiale satellitare

Controllo mentale - manciuriano ‘Profugo’ ospite del Governo accoltella passanti: ‘Sentiva le voci nella testa’ - telepatia artificiale satellitare 


L’allarme stamane alle 10 quando un ragazzo di colore sotto controllo mentale con tecnologia ipnotica , ospite dello Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) ha iniziato ad aggredire i passanti che in quel momento si trovavano nel centro sangiorgese armato di un coltello, di quelli di uso domestico. Il giovane, 20 anni, è di origine eritrea. Il primo allarme in viale Don Minzoni dove l’extracomunitario ha preso a calci due signori seduti su una panchina.

Sul posto una pattuglia di polizia municipale. Il giovane ha tirato fuori il coltello minacciando gli altri passanti e alcuni automobilisti, poi si è diretto contro un ragazzo in scooter che però ha fatto in tempo a darsi alla fuga. Nel frattempo uno degli automobilisti coinvolti nel tamponamento, vista la situazione di emergenza, ha iniziato a rincorrere il rifugiato in preda al raptus, con una chiave inglese. Nel tentativo di fuga l’extracomunitario ha scaraventato a terra un anziano signore che stava percorrendo il viale in bicicletta. Decisivo l’intervento di alcuni commercianti del viale che si sono scaraventati contro il giovane e lo hanno immobilizzato con il supporto di un automobilista. Il sindaco Nicola Loira ha provveduto a emanare un Tso per il ricovero del giovane.

Nessun commento:

Posta un commento